• 23 Maggio 2024 0:56

FriuliTv Networking

FriuliTv, MediaEuropa Channel, Carnia WebTv

ARRESTATA DAI CARABINIERI DONNA ACCUSATA DI DIVERSI FURTI COMMESSI IN FRIULI

All’alba di oggi, mercoledì 17 aprile in Gonars (UD), i Carabinieri della Compagnia di Tolmezzo, coadiuvati  da personale del Commissariato di P.S. di Cividale del Friuli e della Compagnia Carabinieri di Palmanova, hanno tratto in arresto una 32enne residente in Veneto, ma domiciliata in Gonars, la quale nei mesi di novembre e dicembre 2023 avrebbe commesso numerosi reati contro il patrimonio, dai furti su vetture in sosta a prelievi fraudolenti con tessere di credito e debito presso vari sportelli ATM del Friuli.

L’indagine, coordinata dal Sostituto Procuratore Dott.ssa Elisa CALLIGARIS della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Udine, ha avuto inizio dal tentativo di furto su vettura mediante rottura di un finestrino che avrebbe commesso la donna unitamente ad un complice nei primi giorni di novembre in Sutrio (UD), ai danni di un artigiano del luogo.

Le immediate e successive indagini, anche di natura tecnica, consistenti in gravosi servizi di osservazione controllo e pedinamento, di analisi delle immagini di videosorveglianza e di escussione testi e parti offese, hanno consentito di raccogliere sul conto della donna gravi indizi di responsabilità, oltre che per il tentato furto di Sutrio, per molteplici prelievi fraudolenti con carte di credito o debito proventi di furto su autovetture in sosta avvenuti in Cervignano del Friuli, Aquileia e San Giorgio di Nogaro, per un valore di diverse migliaia di euro.

Nel corso dell’attività investigativa, che in parte ha avuto elementi di convergenza con accertamenti condotti dalla sezione anticrimine del Commissariato della Polizia di Stato di Cividale del Friuli per fatti analoghi, è stata altresì eseguita una perquisizione domiciliare nell’abitazione della donna, dove è stata rinvenuta parte della refurtiva e alcuni indumenti verosimilmente utilizzati in occasione delle attività delittuose.

Nella mattinata odierna l’epilogo. Alla donna, reperita presso il domicilio in Gonars, è stata notificata la misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari di Udine – Dott.ssa Carlotta SILVA, su analoga richiesta della Procura della Repubblica di Udine.