• 13 Aprile 2024 15:24

FriuliTv Networking

FriuliTv, MediaEuropa Channel, Carnia WebTv

Nella mattinata della giornata di oggi, i volontari della squadra di Protezione civile del Comune di Spilimbergo hanno organizzato un’esercitazione che simula un evento sismico di magnitudo superiore a 5 Richter con l’evacuazione di una scuola e la creazione di un Coc (Centro operativo comunale) nella sede del Municipio.

Collaborano anche altri gruppi comunali di Protezione civile (tra cui Andreis, Sequals, Azzano Decimo, Maniago, Porcia, San Quirino, Pordenone, Prata di Pordenone, Frisanco, Vivaro, Arba), l’Associazione Nazionale Carabinieri (che è un’associazione di Protezione civile) con una presenza di circa 55 volontari di Pc.

Presenti anche i militari dell’Esercito Italiano, Polizia locale, Carabinieri della Stazione di Spilimbergo, Vigili del Fuoco del Comando di Pordenone, personale della Stazione forestale di Borgo Ampiano.

L’esercitazione coinvolge gli studenti di 13 classi prime, per un totale di oltre 250 ragazze e ragazzi, dell’Isis Tagliamento.

La simulazione della scossa è prevista per le 9:30 e prevede l’evacuazione della scuola con il successiva allestimento di un campo all’esterno della struttura. Qui, grazie ad alcuni stand, sarà possibile per i ragazzi documentarsi sul rischio sismico. Per la parte sanitaria c’è la collaborazione della Croce Rossa.

La finalità dell’iniziativa è quella di testare il modello di intervento, misurando la risposta nel gruppo comunale di Protezione civile, e di tutte le persone coinvolte, nel caso si verifichi o una scossa di terremoto di magnitudo importante.

I terremoti non si possono prevedere e il rischio sismico è uno dei rischi che riguarda concretamente la nostra regione.

Per questo è importante sapere come comportarsi nel caso si verifichi questo tipo di calamità: come aiutare sé stessi agli altri in sicurezza, quali sono i punti di raccolta, quali sono le azioni che si possono mettere in campo dopo una scossa per limitare i danni che ha causato.