• 13 Giugno 2024 20:16

FriuliTv Networking

FriuliTv, MediaEuropa Channel, Carnia WebTv

LA LINEA DIRETTA DI OMAR. ACCIAIERIA IN AUSSA CORNO. L’ETERNO DILEMMA.

Ora tutti sugli scudi per il NO all’acciaieria in Aussa Corno. Studi tecnici garantiscono – sulla carta – il 100% green. Inquinamento, rischio della laguna con la sua fauna e flora e il resto sono solo fantasie da parte di arretrati ambientalisti e pseudo tali rimasti nel loro medioevo che nuocciono gravemente alla salute dello sviluppo economico di questa landa della lontana provincia dell’impero. Ma gli stessi che puntano contro le proteste, forse conoscono veramente poco della stessa area? Una zona che dalla fine degli anni Trenta del secolo scorso fino a oggi ha già assaggiato in più pasti cosa vuol dire inquinamento. La Snia, la Caffaro, la Cogolo, la Montecatini e posso proseguire all’infinito hanno lasciato il segno in tutti i sensi. Hanno dato lavoro, hanno portato benessere ma dall’altra parte a che prezzo? Ora arriva un progetto (laminatoio o acciaieria) di investimento per rilanciare l’industria pesante e la zona industriale in forte crisi. Lo sviluppo, il rilancio, le nuove infrastrutture, nuovi posti di lavoro e nuova vocazione per tutta l’area di San Giorgio di Nogaro. Il progresso va avanti, non aspetta in sosta con le quattro frecce, ma nello stesso tempo soluzioni alternative devono essere prese in considerazione. Si poteva discutere prima evitando l’unitile polverone che ha messo di fronte medioevali e futuristi. Bisogna invece sedersi attorno a un tavolo per capire che ruolo avrà nel Friuli contemporaneo laguna e zona industriale. Il resto sono solo rumori con la bocca con gente che si straccia le vesti tanto al chilo su tutti i fronti.

OMAR COSTANTINI 

WHATSAPP 3338306875

info@friulitv.net